Reportage sul seminario di Parma

/ / News
Reportage sullo stage di Parma - dicembre 2011

Il 3 e 4 dicembre a Parma, nell’ambito del 4° Stage Nazionale della Karate Do Italia Kenkyukai, si è tenuto un seminario di Koryu Uchinadi.

Le tre sessioni previste (sabato mattina, sabato pomeriggio e domenica mattina) hanno consentito a tutti gli interessati di partecipare a nove allenamenti (tre per ogni gruppo di cinture), per un totale di ben diciassette ore di pratica!

Le cinture bianche e gialle hanno affrontato lo studio delle prime dodici tecniche di strangolamento e soffocamento (ju-ni shime waza mae zen).

Il gruppo dei praticanti intermedi, cinture arancioni e verdi, hanno approfondito le tecniche di ricezione contro attacchi percussivi non schematici (pugni, gomitate, ginocchiate, calci e testate) sperimentando le medesime situazioni sia da in posizione eretta con contrattacco diretto che in situazioni particolarmente svantaggiose (bloccati contro ad un muro e a terra).

Le cinture blu marroni e nere si sono invece dedicate allo studio del Kata Aragaki Seisan e delle relative applicazioni, mettendo effettivamente in pratica ogni singolo schema difensivo presente nella forma classica contro attacchi realistici non schematici (atti di violenza fisica abituale).

L’applicazione di tali modelli difensivi, per quanto estrapolati da uno dei kata più antichi tra quelli praticati ad Okinawa (la prima evidenza scritta che riporta la cronaca di un’esecuzione pubblica del Kata Seisan effettuata proprio da Seisho Aragaki risale al marzo del 1867), ne ha dimostrato l’inalterata attualità e la brutale efficacia a sottolineare come le forme originarie, non “addomesticate” a fini sportivi, siano tutt’altro che sterili sequenze coreografate bensì strumenti mnemonici per fissare modelli difensivi già appresi e per promuovere il consolidamento dei principi motori richiesti da ogni sistema funzionale di difesa personale reale.

TORNA SU
X