Cosa stai studiando?

/ / Articoli
Articoli Koryu Uchinadi: Cosa stai studiando?

«Ogni cosa realmente rivoluzionaria è creata dai pochi che riconoscono cosa è vero e sono disposti a vivere secondo tale verità; ma scoprire la verità richiede libertà dalla tradizione, che significa libertà da tutte le paure. Stiamo tutti lavorando insieme in uno spirito di reale collaborazione, nel quale non c’è nessuna autorità. È il nostro interesse per gli insegnamenti che ci tiene uniti e ci aiuta a lavorare insieme.» Jiddhu Krishnamurti

di Patrick McCarthy
traduzione di: Marco Forti
Questa traduzione è stata espressamente autorizzata dall’autore
(la riproduzione di questo testo è consentita solo con il consenso scritto dell’autore)

Sai che la maggior parte di coloro che praticano e studiano karate tradizionale non imparano mai come applicarlo all’autodifesa reale?

Infatti ciò che viene loro insegnato è che colpire con pugni e calci è tutto quello di cui hanno bisogno! Sembra incredibile – specialmente se si pensa a quante prese, situazioni di corpo a corpo e lotta si verificano negli episodi di violenza fisica – ma è vero!
Perché succede questo?
Perché la stragrande maggioranza degli insegnanti di Karate non ha nessuna idea di come utilizzare efficacemente i principi difensivi nascosti nei kata e quel che è ancor più ingenuo è che molti non se ne interessano o pensano addirittura che sia una perdita di tempo!

Posso diventare una vittima?

A meno che non ti sia stato insegnato come utilizzare i principi applicativi trasmessi attraverso i kata, nel modo in cui si intendeva venissero usati, il tuo intero repertorio difensivo sarà limitato a soli calci e pugni.
Quel che è ancora peggio è che è molto probabile che si verifichi la terrificante possibilità che tu venga afferrato, forzato al corpo a corpo o lanciato a terra, dove le tue possibilità di difenderti efficacemente sono, senza queste conoscenze vitali, ridotte a pura fortuna!

Certo non è quello che ci si aspetta quando si decide di intraprendere lo studio del karate ed è chiaro che si vorrebbe di più.

Ora sinceramente, prova a chiederti cosa succederebbe se tu continuassi ad allenarti per i prossimi dieci anni come hai fatto negli ultimi dieci?
Saresti più vicino a capire come si intendeva venissero usati i principi applicativi reali nascosti nei kata?
Saresti più vicino alla maestria di questa splendida tradizione?

Se sinceramente pensi che non sia così forse hai già capito che per cambiare le cose, devi cambiare tu; è la sola cosa inevitabile nella vita. La ricerca portata avanti dall’International Ryukyu Karate Research Society e codificata nel curriculum di studio del Koryu Uchinadi fornisce gli strumenti necessari per un’autodifesa realmente efficace, esattamente nel modo in cui si intendeva venisse usata l’arte originaria!

 


Copyright © Patrick McCarthy
traduzione di: Marco Forti
Questa traduzione è stata espressamente autorizzata dall’autore
(la riproduzione di questo testo è consentita solo con il consenso scritto dell’autore)

 

TORNA SU
X